Each of our interventions is preceded by a detailed photographic documentation, supported by diagnostic investigations aimed at getting to know the composition and the nature of the treatments applied to the surface concerned and qualitative and quantitative analyzes concerning the chemical composition of the same. The restoration interventions that will be carried out will find support in the cycle of investigations concerning the chemical and physical aspects of the samples taken into consideration.

 

IN SITU analysis:

·  UV light examination: determination of the materials fluorescence (providing information on overpaintings, pigments, organic materials and deterioration mechanisms)

·    Microtest for the characterization of pigments, binding media (proteins, starch, polysaccharides, rosin and drying oils) and deterioration materials (e.g. salts such as Chloride, Nitrate, Sulfate)

·    Solubility tests: solvent based and water based tests for the prediction of removability of discoloured materials (varnishes or protective layers), overpaintings and other altered material

·     Sample taking: examination with portable microscopes (visible light and UV light); documentation with digital camera and preparation of cross section (resin inclusion). Section observation and micro test on section

Instrumental analysis (carried out in an Italian qualified center for the analysis on historical materials and Cultural Heritage) 

·   Cross section and thin section preparation and observation by light miscroscope and petrographic (polarized light) microscope (for plasters)

·    SEM-EDX (Scanning Microscope with  energy dispersive X-ray spectroscopy) for the interpretation of the sample morphology, map of elements and deterioration materials (new formations)

·     FTIR (Fourier Transform Infrared Spectroscopy) for a general interpretation of sample content

·     RAMAN spectroscopy for pigments and other materials

·     GC-MS for organic materials (binding media, varnishes)

  Other analysis could be performed, on the base of the issues that would emerge during the conservation treatments.

 

Ogni nostro intervento è preceduto da una dettagliata documentazione fotografica, supportato da indagini diagnostiche indirizzate a conoscere la composizione e la natura dei trattamenti applicati alla superficie interessata e analisi qualitative e quantitative inerenti la composizione chimica degli stessi. Gli interventi di restauro che verranno effettuati troveranno supporto nel ciclo di indagini che riguardano gli aspetti chimico fisico dei campioni presi in esame. 

Analisi in situ:

  • esame ai raggi UV: determinazione della fluorescenza dei materiali (fornendo informazioni sulle ridipinture, pigmenti, materiali organici e meccanismi di degrado).
  • Microtest per la caratterizzazione dei pigmenti, leganti (proteine, amidi, polisaccaridi, resina e olii ) e materiali di degrado (ad esempio sali, tra cui cloruri, nitrati e solfati).
  • Test della solubilità: test a base di solvente e acqua per comprendere il livello di rimozione di materiali scoloriti (vernici o strati protettivi), ridinpinture e altri materiali alterati.
  • Prelievo di campioni: esame al microscopio portatile (luce visibile e UV); documentazione con macchina fotografica digitale e preparazione di sezioni trasversali (inclusioni di resina). Analisi della sezione ed esecuzione di microtest.  Analisi strumentale (svolta in un centro italiano qualificato per l’analisi sui materiali storici e il patrimonio culturale):
  • Preparazione di sezioni trasversali e sottili e osservazione al microscopio e al microscopio petrografico (luce polarizzata) per gli intonaci.
  • SEM-EDX (spettroscopia  ai raggi X) per l’interpretazione della morfologia dei provini, mappatura degli elementi e dei materiali di degrado.
  • FTIR (spettroscopia infrarossi) per una interpretazione generale del contenuto del provino.
  • Spettroscopia RAMAN per pigmenti e altri materiali.
  • GC-MS per materiali organici (leganti, vernici).

E’ possibile effettuare altre analisi sulla base delle condizioni e delle problematiche riscontrate durante l’applicazione di trattamenti conservativi.